L’ufficio... nella porta accanto: lavorare a casa ma con comfort

Per la scelta di questo spazio si prediligono spesso ambienti dotati di balcone o ampie finestre che almeno per metà giornata portino luminosità

PALERMO. Lavorare può diventare meno faticoso e più divertente se lo si fa tra le mura domestiche. Forse è per questo che un numero crescente di persone decide di ritagliarsi un angolino della propria casa per ricavarne un ufficio o semplicemente una stanza dove dedicarsi alla propria professione o agli hobb.
Per la designazione di questo spazio si prediligono spesso gli ambienti dotati di un balcone o almeno due ampie finestre che almeno per metà giornata rendano il vano luminoso naturalmente.
I palermitani sembrano ormai preferire il moderno per l’arredamento di questi spazi, soprattutto per quanto riguarda la scrivania che è il pezzo di arredamento più importante per questo tipo di arredi. L’occhio vuole sempre la sua parte, ma prima di sceglierne una si valuta anche la robustezza e la praticità. «Per i desk i nostri clienti scelgono soprattutto in questi ultimi mesi i materiali moderni per eccellenza. Gli hi-tech offrono infatti numerosi vantaggi in termini estetici e di praticità. Sono in quelle in alluminio e in vetro - afferma Alberto Di Martino dal punto vendita Mobitex di via Marchese di Villabianca -. Lo stile che va più di moda è quello con pezzi molto lineari, con un gusto minimal. I colori più scelti sono il bianco, il nero, il silver e soprattutto il trasparente che è molto elegante».
Ambitissime anche le scrivanie con finitura in legno. Un classico, che in questo caso, sembra non esser mai passato di moda. «Ci sono state richieste le scrivanie definite a cuore aperto - spiega Antonio Artisi, titolare del negozio di arredamenti Sogni di via Imperatore Federico - la lavorazione di questi pezzi è molto particolare perché esalta la buona qualità del legno con cui sono state costruite. Sono ben distinguibili infatti le venature che danno un tocco di naturalezza all’ambiente. Inoltre sono molto spaziose e dispongono anche di ampi cassetti dove riporre attrezzi e oggetti. Il prezzo è intorno ai mille euro per un mobile di alta qualità».
Anche le sedie sono importanti. Chiaramente devono essere comode, soprattutto se si ha intenzione di lavorare per parecchie ore davanti al pc. «Vanno per la maggiore quelle realizzate negli stessi materiali delle cinture di sicurezza che si trovano nelle automobili - continua Di Martino - perché anche in questo caso ci sono diversi vantaggi. Il tessuto è molto elastico, e quindi non si danneggia facilmente. Inoltre è molto traspirante, leggero e si pulisce facilmente, soltanto con un panno umido. Non tramonta mai nemmeno la tendenza delle poltroncine in pelle».
I colori più scelti anche in questo caso sono il bianco e il nero. Dopo aver scelto la scrivania e la sedia preferita basterà un bel tappeto colorato, una pianta e delle tende leggere per rendere l’ambiente formale ma allo stesso tempo pratico. Se l’arredamento tutto bianco o nero può sembrare noioso si può sempre optare per la scelta di tinte forti per le pareti che restituiscono così personalità allo spazio. Se lo spazio è molto diventa più semplice creare con pochi accorgimenti un cornes dedicato allo studio senza le distrazioni dei videogiochi, del computer e dei giocattoli. “Vendiamo molte librerie e scrivania per le camerette - afferma Ettore Accetta del mobilificio di via Lincoln -, sia i genitori che i ragazzi scelgono colori vivaci che diano allegria. Ci sono anche i cassetti dove riporrei i libri o i quaderni. Si cerca in tutti modi di ricavare dello spazio dove riporre gli oggetti».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati