Sicilia, Archivio

Bompensiere, saccheggiato il presepe

Portate via le statue della Madonna, San Giuseppe, il bue e l'asinello e 2 agnellini. Risparmiato solo il Bambinello

BOMPENSIERE. Saccheggiato il presepe di Bompensiere. Hanno portato via la Madonna, San Giuseppe, il bue e l'asinello ed anche due agnellini. Hanno risparmiato solo il bambinello sol perchè il simbolo della natività viene depositato e intronizzato la notte della vigilia dopo la solenne veglia natalizia. Il furto ha scosso la comunità del piccolo centro del "Vallone" dove mai in passato i malintenzionati avevano dedicato attenzione alla grotta allestita a piazza SS Crocifisso, la principale del paese.

E più di tutti lo è il sindaco Salvatore Losardo che ha presentato regolare denuncia ai carabinieri: «Resto sorpreso e amareggiato da un simile gesto. In questo frangente non posso che lanciare l'appello a chi si è impossessato delle statue: restituitele». L'episodio, verosimilmente, risale alla scorsa notte ma è stato scoperto solo ieri mattina quando tutti si sono accorti che dall'ampia grotta mancava gran parte del suo contenuto. I ladri, o qualcuno in vena di gesti di pessimo gusto, avevano portato oltre alla Madonna e San Giuseppe, bue, asinello e agnellini, anche l'Angelo dell'Annunziazione e lasciando poche tracce della loro "impresa".

Si sono limitati a "sollevare" tracce sul tappeto di muschio, ma parte i simboli essenziali del presepe non hanno trafugato o danneggiato nient'altro. L'altezza delle statue asportate non supera il metro. «Appartengono - ha dichiarato il sindaco - all'amministrazione comunale che le aveva acquistate da quando nel 2008 abbiamo deciso di realizzare il presepe in piazza, tradizione molto apprezzata dai residenti. Ed è altrettanto chiaro che l'episodio della scorsa notte ha suscitato sdegno».

Il sindaco lanciando l'appello alla restituzione ha anche affermato che se le statue non dovessero essere ritrovate entro il 24 dicembre l'amministrazione comunale sarà costretta ad acquistare altre statue per la salvaguardia di una tradizione che prevede la notte del 24, dopo la messa di mezzanotte, una breve processione dalla parrocchia in piazza SS Crocifisso per la deposizione e l'intronizzazione del bambinello nella capanna di dieci metri per otto. «Era stato inaugurato il giorno dell'Immacolata - ha aggiunto Salvatore Lo Sardo - la festa che più di tutte annuncia il Natale. Un episodio che mi amareggia particolarmente».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati