Morì dopo incidente stradale, assolti tre medici a Palermo

PALERMO. La corte d'appello di Palermo ha assolto Sergio Vaccaro, medico di Villa Sofia, Fabrizio Angelo Franco, ortopedico della clinica Zancla, e Ferdinando Carollo, medico della clinica Triolo Zancla, accusati dell'omicidio colposo di un giovane di 22 anni, Luca Ragusa, fattorino di una pizzeria, morto a causa dei postumi di un incidente stradale nel 2005. La corte ha ribaltato la sentenza del giudice monocratico di primo grado che aveva inflitto un anno e sei mesi a Vaccaro e un anno ciascuno a Carollo e Franco, assistito dall'avvocato Stefano Santoro. L'incidente risale al 25 ottobre 2005 e provocò alcune fratture a Luca Ragusa. Nulla di grave, in apparenza, ma il giovane spirò dopo due giorni, perché non avrebbe ricevuto, secondo l'accusa, un'assistenza adeguata. Il paziente arrivò a Villa Sofia il 25 ottobre del 2005 per essere mandato dal dottor Vaccaro alla Triolo Zancla per mancanza di posti letto. Franco e Carollo, poi, secondo l'accusa, non avrebbero adeguatamente monitorato le condizioni del paziente e non avrebbero eseguito l'operazione di osteosintesi. Le condizioni di Ragusa, nella notte tra il 26 e il 27 ottobre, precipitarono e il paziente fu mandato al Civico dove morì un paio di ore dopo per un'embolia.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati