Dal fungo ferla al fasolo badda: tutti i tesori del territorio

PALERMO. Tanti i prodotti agroalimentari biologici e a chilometro zero provenienti dal territorio delle Madonie. Il Parco delle Madonie sostiene il settore agroalimentare: «Tra i prodotti di eccellenza del territorio madonita c'è il 'fasolo badda', che è protetto dalla comunità europea e che si coltiva nella zona di Polizzi Generosa – spiega il presidente dell'Ente Parco delle Madonie, Angelo Pizzuto - ci sono anche i formaggi della zona di Castelbuono come le provole fresche e stagionate, i salumi della zona di Castellana e delle Petralie. Abbiamo anche un'ampia raccolta di funghi quelli più abbondanti sono il 'basilisco' e il fungo 'ferla'. Mentre come dolci tipici c'è la 'Testa di Turco' Che è un dolce con crema e pandispagna tipico di Castelbuono. Un punto di eccellenza per noi sono i panettoni conosciuti in tutto il mondo “il Fiasconaro” di Castelbuono. Quest'anno è stato lanciato il panettone prodotto interamente con ingredienti biologici. Per i vini ci sono tantissime piccole aziende, la più grande e di livello europeo è l'Abbazia Santa Anastasia che si trova nel territorio tra Castelbuono e Gratteri».
«Noi vogliamo incrementarne il numero dei prodotti biologici a chilometro zero – conclude Pizzuto - li certifichiamo attraverso un marchio che si chiama 'paniere natura' che noi abbiamo conseguito all'asta alla Comunità europea». S.I.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati