La guardia di finanza: in Europa 10mila clandestini in 3 anni

GENOVA. L'organizzazione nigeriana specializzata nel traffico di immigrati ha portato in tre anni in Europa dall'Africa almeno 10mila clandestini. E' quanto ha accertato la Guardia di Finanza della Spezia, che, coordinata dalla Procura di Genova e dalla Direzione Distrettuale Antimafia, ha portato stamani a termine la seconda parte dell'operazione “Caronte”. I clandestini, per lo più donne, venivano convinte a lasciare la Nigeria, il Niger e la Libia con la promessa di un lavoro in Europa (Italia, Francia, Germania). Poi, una volta giunte a destinazione, venivano ridotte in schiavitù e costrette a prostituirsi. Arrestate 22 persone e denunciate altre 54. L'organizzazione faceva entrare i clandestini via Lampedusa. Una volta sbarcati sull'isola e smistati ai vari centri di accoglienza del sud Italia, i clandestini venivano fatti fuggire e "smistati" in Europa sulla base di vere e proprie "quote" di mercato. Le ultime operazioni della 'Caronte' oggi a Torino, Milano, Verona, Reggio Emilia, La Spezia, Crotone e Salerno.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati