Abbandonata a terra: anziana grave dopo lo scippo a Gela

Teresa Pagano è stata strattonata da due malviventi che l’hanno fatta stramazzare sull’asfalto

GELA. Hanno atteso che si dirigesse verso casa per affrontarla con violenza. Pur di strapparle la borsa che conteneva la pensione appena ritirata dall’ufficio postale di via Ippocrate l’hanno lasciata mezza morta a terra. E’ successo in via Ignazio Giuffrida, una stradina che si trova al confine tra il quartiere San Giacomo e Sant’Ippolito, intorno alle 18,30.
Lo scippo ha rischiato di trasformarsi in tragedia. La vittima è una anziana di 80 anni, Teresa Pagano, gravemente ferita nel corso di uno scippo che si è verificato nel pomeriggio di lunedì. La donna è stata violentemente strattonata fino a cadere per terra. Ha sbattuto la testa sull’asfalto, rimanendo priva di conoscenza: dopo i primi soccorsi, è stata trasferita all’ospedale Garibaldi di Catania dove è stata ricoverata in prognosi riservata. Sul grave episodio indagano i carabinieri. Due i rapinatori in azione, probabilmente due giovani.
Sono stati alcuni vicini di casa a soccorrere per primi l’anziana, rimasta a terra quasi priva di conoscenza. I due rapinatori hanno agito mentre la donna scendeva le scale di una piccola scalinata. Non è ben chiaro se l’anziana abbia posto resistenza oppure con la spinta dei malviventi sia caduta per terra. Fatto sta che la vittima ha battuto violentemente il capo con conseguente fuoriuscita di sangue. L’ambulanza del 118 ha accompagnato la donna al pronto soccorso, ma dopo averne constatato la gravità, i medici hanno disposto il trasferimento al Garibaldi di Catania. La prognosi è riservata anche le sue condizioni ieri erano gravi ma stazionarie.
Il comandante del reparto territoriale, Alessandro Magro, attraverso l’emittente Canale 10, ha lanciato un appello. “Mi auguro che chi ha visto qualcosa ce lo comunichi, in qualsiasi forma – dice il colonnello dei carabinieri – la collaborazione dei cittadini è fondamentale in casi del genere”.
I vicini di casa sono senza parole. “Serve maggiore sicurezza – dice un anziano che risiede in via Giuffrida, Giuseppe Di Silvestre – i ragazzi qui agiscono indisturbati e noi anziani siamo continuamente a rischio”. Il vice presidente del Consiglio provinciale, Enzo Cascino, ha chiesto di potenziare i controlli soprattutto i primi giorni di ogni mese, quando gli anziani solitamente riscuotono la pensione negli uffici postali. Come accade proprio in questi giorni, in cui viene pagata anche la tredicesima. Non è ancora chiaro quanti soldi Teresa Pagano avesse nella borsetta, che non è stata trovata.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati