Assessore a giudizio, Crocetta: "Non mi ha informato, ora tragga le sue conclusioni"

Lo dice il presidente della Regione in merito alla questione giudiziaria di Patrizia Valenti, accusata di omissione di atti d'ufficio per vicende del 2009. Ma il governatore spiega che non può revocarla perchè il reato non rientra nel codice etico

PALERMO. "Non sono stato assolutamente informato dall'assessore della sua condizione giudiziaria. Questo non mi sembra affatto leale, l'assessore ne tragga le necessarie conseguenze". Lo dice il presidente della Regione siciliana, Rosario Crocetta, in merito alla questione
giudiziaria dell'assessore Patrizia Valenti, rinviata a giudizio per omissione di atti d'ufficio per vicende amministrative che risalgono al 2009.

Il governatore spiega che la tipologia di reato non rientra tra quelle previste dal codice etico, per cui anche per qualsiasi altro assessore o dirigente, non potrebbe procedere alla revoca del mandato.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati