A Udine sfiorata l’impresa

Il Catania va sotto, recupera e poi arriva a un passo dalla vittoria. Un gol in extremis di Di Natale rovina la festa

UDINE. Il Catania va sotto, pareggia, illude col vantaggio ma poi si fa raggiungere in extremis. I siciliani arrivano a Udine con in corpo ancora la rabbia per l'ingiusta sconfitta rimediata domenica contro la Juve per le sviste arbitrali, con quel gol regolarissimo annullato a Bergessio. L'attaccante argentino è in campo pronto a rifarsi. Ed è proprio lui a sfiorare il vantaggio nella prima vera azione della gara. Il suo diagonale trova Brkic pronto alla parata.  
A sbloccare il risultato è invece l'Udinese, su rigore. Spolli ferma Badu lanciato in velocità in area. L'episodio è dubbio. Per Rocchi è rigore. L'Udinese ringrazia senza fare troppi complimenti. Sul dischetto si porta Di Natale che domenica sera ha zittito l'Olimpico con un cucchiaio in casa di Totti. Questa volta il capitano punta sul sicuro. Palla a destra, portiere a sinistra. I friulani passano in vantaggio alla mezz'ora.     
L'Udinese accelera nel finale di tempo alla ricerca del raddoppio. Lo spreca con una conclusione di Lazzari che da sottomisura spara alto. Poi se lo vede negare da una super parata di Andujar sulla linea, su colpo di testa di Domizzi. La ripresa si apre con l'Udinese ancora in avanti. La palla del ko capita questa volta sul piede di Badu, che spreca sparando addosso ad Andujar. Risponde Borgessio all'8' con un diagonale insidioso. Ma in questo periodo la Dea Bendata non è dalla sua parte. La palla esce sul fondo, sfiorando l'angolino destro della porta difesa da Brkic. Il pareggio ospite lo firma il neoentrato Castro bravo a sfruttare un erroraccio bianconero. Pereyra svirgola palla su un rinvio e anziché liberare l'area, serve un assist involontario a Castro che non sbaglia la conclusione. Guidolin prova ad approntare qualche correttivo. Mette Gabriel Silva in difesa, inserisca Basta sulla destra, al rientro dopo un lungo stop per infortunio, e mette la torre Ranegie dietro Di Natale. Serve a poco. Le squadre si allungano e gli schemi saltano.     
Il Catania sfiora ancora il gol con Bergessio, questa volta di testa. L'Udinese risponde con un rasoterra di Basta dalla distanza. Prima della fine della partita c'è tempo per altre due reti. Un sinistro su punizione di Lodi sul primo palo della porta difesa da Brkic regala al Catania l'illusione della vittoria, spenta all'ultimo minuto di recupero da un tiro al volo del solito Di Natale.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati