I consiglieri di Villalba si aumentano i gettoni

Con 6 voti favorevoli delle opposizioni, 4 contrari di “Insieme per Villalba” e un astenuto del presidente Salvatore Bordenga, è stato approvato l’aumento dei gettoni di presenza dei consiglieri e dell’indennità di carica del presidente

VILLALBA. Nella penultima seduta consiliare, con 6 voti favorevoli delle opposizioni, 4 contrari di “Insieme per Villalba” e un astenuto del presidente Salvatore Bordenga, è stato approvato l’aumento dei gettoni di presenza dei consiglieri e dell’indennità di carica del presidente, che il 4 maggio scorso erano stati ridotti per volere dei gruppi d’opposizione, ormai diventati maggioranza.

In particolare, i gettoni di presenza dei consiglieri - in precedenza ridotti a 1 euro - sono stati ora aumentati a 10 euro lordi, mentre l’indennità di carica del presidente, che a maggio era stata portata a 30 euro lordi al mese, è stata ora aumentata a 140 euro lordi al mese. La nuova modifica delle tariffe è stata proposta e approvata in aula dagli stessi consiglieri di “Villalba futura” e del “Gruppo misto” che a maggio ne avevano sancito le riduzioni, i quali hanno deciso di rideterminarle in virtù di una sentenza del Tar che ha giudicato le cifre di 1 euro e di 30 euro troppo “simboliche”.

Al Tribunale amministrativo di Palermo si erano rivolti il presidente del consiglio Bordenga e i quattro consiglieri di “Insieme per Villalba”, che avendo subito le diminuzioni contro la loro volontà (poiché ormai passati in minoranza) hanno impugnato il provvedimento sancito dalle opposizioni, considerandolo “frutto di ritorsione politica”. In prima battuta il Tar (che si pronuncerà in via definitiva in primavera) ha respinto la richiesta di sospensiva della delibera, affermando però che “anche se l’organo consiliare può procedere alla riduzione degli importi spettanti al presidente e ai consiglieri, nel caso di specie l’esercizio di detto potere non appare ragionevole, in quanto è stato attribuito alle prebende un valore meramente simbolico”. Da qui la decisione delle opposizioni di procedere all’aumento degli importi.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati