Dieci in corsa per Palazzo d’Orleans

Sostenuti da 19 liste in cui corrono per un posto all’Ars 1.629 aspiranti onorevoli. Numeri mai visti alle Regionali da quando è stata introdotta l’elezione diretta del presidente

PALERMO. Dieci candidati si contendono Palazzo d’Orleans. Sostenuti da 19 liste in cui corrono per un posto all’Ars 1.629 aspiranti onorevoli. Numeri mai visti alle Regionali da quando è stata introdotta l’elezione diretta del presidente.
Saltati gli schemi tradizionali, centrodestra e centrosinistra arrivano divisi a questo voto. Il Pdl con La Destra, Alleanza di Centro e Cantiere popolare sostiene Nello Musumeci. Grande Sud, Partito dei siciliani (ex Mpa) e Fli hanno puntato su Gianfranco Miccichè. Pd, Udc, Api e vari movimenti sostengono la corsa di Rosario Crocetta. Mentre Sel, Idv, Verdi e Federazione della sinistra hanno messo in pista Giovanna Marano (dopo il ritiro di Claudio Fava per un problema legato alla residenza in Sicilia). E il Partito comunista dei lavoratori ha candidato Giacomo Di Leo.
Il Movimento 5 stelle di Beppe Grillo spinge la candidatura del geometra nisseno Giancarlo Cancelleri. In corsa pure Gaspare Sturzo, sostenuto anche da Italiani liberi e forti, che ieri ha precisato di aver inserito nel suo programma la «reintroduzione del buono scuola da spendersi negli istituti sia statali che paritari in favore del diritto di libera scelta educativa dei genitori. Un diritto costituzionalmente tutelato. È previsto inoltre un esame stringente sui diplomifici, che sono la degenerazione del sistema».
In corsa anche il leader del movimento dei Forconi, Mariano Ferro. Il deputato uscente Cateno De Luca col suo movimento Rivoluzione siciliana, e Lucia Pinsone che guida i Volontari per l’Italia.Record di candidature per Sala d’Ercole: sono 1.629 gli aspiranti onorevoli, distribuiti in 19 liste

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati