Netturbini senza stipendio, vertice in prefettura

La paralisi finanziaria e quindi l’impossibilità di pagare gli stipendi di settembre e per il quale i netturbini hanno ricevuto solo un acconto, è legato ai pignoramenti notificati dal gestore della discarica di Siculiana

CALTANISSETTA. Il prefetto di Caltanissetta, ha convocato per venerdì alle 11 nella sede della Prefettura, il liquidatore dell’Ato Ambiente Cl1, Elisa Ingala, il sindaco Michele Campisi, i rappresentanti delle organizzazioni sindacali aziendali e  i vertici di Caltambiente, la società che gestisce il servizio di raccolta dei rifiuti a Caltanissetta.
Il prefetto, Carmine Valente ha convocato le parti per affrontare le problematiche legate al servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti e alla proclamazione dello stato di agitazione degli operatori ecologici di Caltambiente.  “La paralisi finanziaria – si legge in una nota dell’Ato Ambiente – e quindi l’impossibilità di poter provvedere al pagamento dello stipendio di settembre e per il quale i netturbini hanno ricevuto solo un acconto, è legato agli atti di pignoramento che il gestore della discarica di Siculiana, in provincia di Agrigento, Catanzaro Costruzioni Srl, ha notificato nei giorni scorsi all’Ato Cl1 e ai 10 comuni che hanno una posizione debitoria a tutto il 2010”.
Della delicata situazione è stato informato anche il Dipartimento regionale dell’Acqua e dei Servizi di pubblica utilità.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati