Stupro di una sedicenne a Niscemi, identificati dopo 5 anni

Tra i quattro indagati anche uno degli assassini di Lorena Cultraro

NISCEMI. Domenico Di Modica, 22 anni, uno dei tre assassini che stanno scontando 20 anni di carcere perché nel 2008, a Niscemi, violentarono e uccisero la 14/enne Lorena Cultraro, occultandone il cadavere, avrebbe partecipato, nel 2007, a un precedente episodio di violenza carnale con altri tre complici.
L'hanno scoperto gli uomini del commissariato di polizia dopo otto mesi di indagini, scattate quando la vittima, in questo caso una ragazza di 16 anni oggi maggiorenne, si è decisa finalmente a denunciare i fatti.
Nei primi mesi del 2007, Di Modica e un suo amico, con un espediente, avrebbero attirato la minorenne in un appartamento della periferia dove c'erano altri due complici ad attenderli, tra cui il proprietario della casa. I quattro (all'epoca minorenni), l'avrebbero violentata, a turno, per poi lasciarla andare, imponendole il silenzio con minacce di gravi ritorsioni. Dopo cinque anni di paura sono scattate la denuncia e l'inchiesta, denominata "colpo di coda" per la presenza del Di Modica sia nell'omicidio della Cultraro che nella violenza alla 16enne.
Tutti gli indagati sono stati denunciati a piede libero e oggi sono stati sottoposti a interrogatorio di garanzia presso la procura della Repubblica del tribunale dei minori, competente per territorio e per la loro giovane età all'epoca dei fatti.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati