Mini iPad, conto alla rovescia La presentazione il 23 ottobre

Manca solo l’ufficialità della Apple, ma secondo i rumors non ci sono dubbi sulla data. Grande attesa per l’evento che si terrà nella sede di Cupertino

PALERMO. L’indiscrezione ha già fatto scattare il conto alla rovescia. Il nuovo mini-IPad della Apple potrebbe essere presentato il prossimo 23 ottobre. A rivelarlo è il blog del Wall Street Journal «All Things Digital», precisando che probabilmente l’evento - esclusivamente ad inviti - si terrà a Cupertino, al quartier generale della Mela. Per ora nessuna conferma arriva da Apple, ma adesso anche la Reuters conferma la stessa data.
Secondo il Wsj, l’azienda avrebbe già ordinato ai propri fornitori in Asia di cominciare a produrre nuovi schermi Lcd da 7,85 pollici, una versione in miniatura e con una risoluzione minore di quelli classici, da 9,7 pollici. Se le indiscrezioni verranno confermate, Apple anticiperà di tre giorni l’uscita del tablet di Microsoft, Surface, prevista per il 26 ottobre.
I rumors sull’arrivo di un mini IPad si moltiplicano. Secondo indiscrezioni, il nuovo tablet della Apple dovrebbe spingere le vendite natalizie: le stime di Rbc Capital Markets indicano che Apple potrebbe vendere 21,6 milioni di IPad nel quarto trimestre, ma incluso il mini IPad le vendite potrebbero schizzare a 30 milioni. L’informazione che fa più gola, e che dovrebbe rappresentare l’altra rivoluzione, è però quella relativa al prezzo: le voci più insistenti riportano che il mini-tablet costerà tra i 250 e i 300 dollari.
L’obiettivo è quello di posizionarsi in una fascia di mercato che in questo momento è occupata dalle tavolette low cost della concorrenza, in particolare il Nexus 7 di Google e il Kindle Fire di Amazon, in versione anche Hd, presentato il 6 settembre a Santa Monica in California, in spedizione dal 25 ottobre. E in attesa di capire quanto costerà il tablet Surface di Microsoft, le voci sul nuovo mini-IPad rimbalzano anche dal blog giapponese Macotakara, che già in passato ha anticipato informazioni sui prodotti Apple poi rivelatesi vere.
Secondo il sito, la produzione del tablet mini sarebbe già iniziata nelle fabbriche Foxconn in Brasile e non è chiaro se l’assemblaggio sarà effettuato negli stabilimenti cinesi della stessa azienda, in passato nota come la «fabbrica dei suicidi» e tornata di recente alla ribalta per una maxi rissa tra operai.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati