Gela, meningite a scuola. I medici: nessun rischio contagio

La ragazza sarebbe fuori pericolo, ha ripreso conoscenza e parlato ai genitori. Il preside: tutto sotto controllo

GELA. Il liceo classico “Eschilo” è stato scosso da un caso di meningite. Una studentessa del quinto ginnasio da tre giorni è ricoverata in Malattie infettive, al Vittorio Emanuele, per sospetta prognosi di meningite. La ragazza, che ha 15 anni, secondo i medici è fuori pericolo e il quadro clinico in evoluzione ”tende alla guarigione”.
La giovane donna, quando i suoi genitori l’hanno accompagnata in ospedale, era agitata e versava in un preoccupante stato confusionale. Inoltre aveva la febbre alta. I medici si erano immediatamente riservati la prognosi, ancora prima di ordinarne il ricovero ospedaliero. Ieri, la liceale ha parlato e riconosciuto i suoi genitori. Dovrà rimanere a riposo per i prossimi 15-20 giorni, ricoverata in isolamento e seguire una cura antibiotici e terapia di supporto.
I sanitari del Poliambulatorio si sono recati al liceo per spiegare agli studenti la patologia e come contrastarla. Tutto sotto controllo, dunque, e nessun pericolo di contagio. Anche se in questi casi la prudenza non è mai troppa.
Un servizio nell'edizione di Caltanissetta del Giornale di Sicilia in edicola oggi.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati