Ancora controlli della finanza all'Ars

Quattro militari in borghese sono appena arrivati a Palazzo dei Normanni su delega della Procura di Palermo. Indagano sulle spese dei gruppi parlamentari

PALERMO. Quattro militari della guardia di finanza sono appena arrivati a Palazzo dei Normanni, sede del Parlamento siciliano. Su delega della Procura di Palermo, i finanzieri stanno indagando sulle spese dei gruppi parlamentari nell'ambito dell'inchiesta coordinata dal procuratore aggiunto Leonardo Agueci.

I quattro finanzieri in borghese, tre uomini e una donna, sono arrivati in piazza Parlamento a
piedi. Dopo essersi qualificati sono stati accompagnati da un assistente parlamentare nell'ufficio del presidente dell'Assemblea regionale, Francesco Cascio.

E' la seconda visita che gli investigatori fanno a Palazzo dei Normanni: venerdì scorso i finanzieri si sono recati nella filiale del tesoriere Banca Nuova, che si trova nell'atrio del Palazzo per attivare un primo contatto col gestore dei trasferimenti ai gruppi, che nella legislatura appena conclusa hanno ricevuto 60 milioni di euro.


CASCIO: PIENA COLLABORAZIONE CON LA FINANZA
. "Ho ricevuto la Guardia di Finanza per rinnovare la piena disponibilità e collaborazione degli uffici per ogni esigenza attinente le competenze dell'Ars in materia di trasferimenti di riserve ai gruppi parlamentari, in linea con quanto avevo già concordato con il procuratore Agueci".
Lo ha detto il presidente dell'Assemblea Regionale Siciliana Francesco Cascio  che questa mattina a Palazzo dei Normanni, insieme al suo Capo di Gabinetto, Paolo Modica, e al
capo ufficio Affari legali, Angela Murana, ha incontrato i militari della Guardia di Finanza, nell'ambito della collaborazione istituzionale già avviata con la Procura della Repubblica di Palermo.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati