In aiuto del Fisco è in arrivo il "redditometro"

Basandosi su cento voci di spesa, lo strumento aiuterà a capire il reale tenore di vita dei contribuenti. Analizzati non solo beni di lusso ma spese di ogni genere

PALERMO. Annunciato da quasi un anno, il cosiddetto “redditometro” dovrebbe arrivare entro il mese di ottobre. Come segnalato da “La Stampa”, si tratta del “nuovo strumento che, basandosi su circa cento voci di spesa aiuterà il Fisco a capire il reale tenore di vita dei contribuenti”.
I collaboratori di Attilio Befera, numero uno dell’Agenzia delle Entrate,  assicurano che si comincia da ottobre, al massimo novembre; altri osservatori però sono scettici. Anche perché nelle varie sperimentazioni del redditometro non sempre i risultati emersi sono stati soddisfacenti.
Attraverso il redditometro, l'Agenzia delle Entrate prende come riferimento il possesso di alcuni beni come indicatori di capacità contributiva e associa ad essi un certo reddito, utilizzando appositi coefficienti tratti da un Decreto ministeriale del Ministero dell'Economia e delle Finanze. Così facendo, individua una sorta di reddito "congruo" rispetto al mantenimento di ogni bene. Non saranno analizzati solo i beni di lusso, ma spese di ogni genere. Gli indicatori saranno individuati in base a un campione di "contribuenti tipo" e misurati in base alla tipologia di nucleo familiare e all’area geografica di appartenenza, in modo da tenere conto delle differenze del costo della vita.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati