Migranti in rivolta al centro identificazione: otto fuggono, due arrestati

Gli ospiti del Cie di Pian del Lago, a Caltanissetta, hanno dato vita a scontri con la polizia per approfittare del trambusto e riuscire a dileguarsi. Feriti due poliziotti e un carabiniere

PALERMO. Dieci immigrati hanno tentato di fuggire dal centro di identificazione ed espulsione (Cie), di contrada Pian del Lago, a Caltanissetta, durante una mini rivolta organizzata dagli stessi extracomunitari. Otto ce l'hanno fatta, due sono stati arrestati. Entrambi sono di nazionalità tunisina: Hamed Yassini, di 19 anni, e Maher Horcheni, di 26 anni.    

Insieme con altri immigrati, ospiti del centro, hanno dato vita a scontri con la polizia, per approfittare del trambusto e riuscire a dileguarsi. Durante i tafferugli, caratterizzati da fitti lanci di pietre, pezzi di plexiglas appuntiti, tavoli e sedie, sono rimasti feriti due poliziotti e un carabiniere, i quali, medicati in ospedale, sono stati dichiarati guaribili in 8 giorni.

I due tunisini, arrestati e rinchiusi in carcere, devono rispondere di resistenza e lesioni aggravate a pubblico ufficiale e danneggiamento aggravato. Gli otto fuggitivi vengono ricercati.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati