Gasperini: "Il gol è stato una beffa"

L'erede di Sannino sulla panchina che scotta, però, è convinto che la sconfitta di misura maturata in extremis sul campo dell'Atalanta non rispecchi i valori in campo: «È giusto parlare di beffa, visto che abbiamo preso un gol su palla inattiva quando ormai la partita si stava avviando stancamente verso la fine»

BERGAMO. Il cambio della guardia non ha portato decisamente fortuna al Palermo di Gian Piero Gasperini. L'erede di Sannino sulla panchina che scotta, però, è convinto che la sconfitta di misura maturata in extremis sul campo dell'Atalanta non rispecchi i valori in campo: «È giusto parlare di beffa, visto che abbiamo preso un gol su palla inattiva quando ormai la partita si stava avviando stancamente verso la fine», è il commento a caldo dell'allenatore rosanero, all'esordio stagionale.

L'analisi del confronto vede un Gasperini soddisfatto a metà: «Nel primo tempo avevamo le idee chiare e ci sono state diverse prestazioni convincenti a livello individuale - sottolinea -, poi a lungo andare la stanchezza e la stagnazione tattica hanno preso il sopravvento. Gli avversari hanno sfruttato la nostra unica disattenzione sulle palle inattive, forse nel momento di minore lucidità per entrambe le contendenti». L'ultimo prescelto del presidente Zamparini in ordine cronologico, però, riesce a sprizzare ottimismo: «La formula ideale la cercheremo strada facendo, però attenzione e applicazione sono quelle giuste - chiude -. Donati in difesa? Una soluzione d'emergenza che non ci ha privati dell'adeguata dose di iniziative e qualità in mezzo al campo. Anzi, nel vivo del gioco eravamo spesso in superiorità numerica».
   
   

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati