Regionali, Micciché: "Musumeci? Ha preferito i partiti nazionali piuttosto che noi"

Il leader di Grande Sud: "La trattativa non è saltata perchè non abbiamo avuto garanzie sulle poltrone. Lombardo? Tutti lo schifiano ma poi lo cercano. L'Udc? Pur di ottenere il lasciapassare alle politiche ha scelto di appoggiare un omosessuale"

PALERMO. La trattativa attorno alla candidatura di Nello Musumeci a governatore della Sicilia «non è saltata perchè non abbiamo avuto garanzie sulle poltrone alla Camera e al Senato». Lo dice il leader di Grande Sud, Gianfranco Miccichè, candidato alla presidenza della Regione siciliana, con l'appoggio di Fli, Pds-Mpa e Mps.  «Di seggi per le politiche non si è mai parlato - aggiunge Miccichè in conferenza stampa - La verità è che Musumeci ha preferito costruire un rapporto prima con i partiti nazionali e poi dialogare con noi. A quel punto, l'accordo non si è chiuso». «Lombardo? Tutti lo 'schifianò (lo disprezzano ndr) e tutti lo cercano; facciamo meno 'babbiò (non scherziano, ndr). Bisogna dargli atto che si è dimesso da presidente della Regione, altri sarebbero rimasti attaccati alla poltrona. Il mio rapporto con Lombardo esiste da tempo, quando non siamo stati d'accordo con le scelte di governo siamo usciti dall'esecutivo e abbiamo fatto opposizione. Questo non significa che adesso non si abbia la stessa voglia di portare avanti il progetto sicilianista».

Il leader di Grande Sud parla anche dell'Udc: «L'Udc pur di ottenere il lasciapassare per le politiche che si terranno tra sei mesi e  che riguarderà altre parti d'Italia come l'Emilia di Bersani, vota un uomo del Pd (Rosario Crocetta), beatamente omosessuale: non ho problemi in questo senso, sono liberale. Gli omosessuali sono persone con le quali molto spesso si
sta meglio che con altri, ho anche amici intimi omosessuali. - aggiunge - Ma certo è che della sua omosessualità ne dà una rappresentazione che sembra il suo valore aggiunto. Vendola in Puglia non ha parlato di castità. Il mondo cattolico che fa riferimento all'Udc in questo momento è un pò sbandato, ma chi sene frega».

«Per la mia candidatura alla Regione ho avuto l'ok direttamente da Fini dopo aver parlato con Carmelo Briguglio. Fli ha rinunciato alla propria lista pur di appoggiare il progetto del partito siciliano».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati