Facebook, un piano per l’iscrizione dei minori di 13 anni

PALERMO. E’ giusto che i minori di tredici anni abbiano un proprio account su Facebook? La domanda passa nella mente di genitori, esperti e a quanto pare anche dei creatori dello stesso social network, visto il loro divieto imposto non moltissimo tempo fa.
Adesso il gigante di Mark Zuckemberg starebbe sviluppando delle tecnologie che permetteranno ai minori di tredici anni di utilizzare il social network sotto la supervisione dei genitori, limitando dunque ogni tipo di rischio. Grazie ad account collegati tra figli e genitori, sarebbero loro a decidere sugli amici virtuali e sulle applicazioni da potere utilizzare. Al momento, nonostante il divieto ai minori di potersi creare un account su Facebook, aggirare l’ostacolo dell’età non è un problema per i giovanissimi che si muovono sempre più agimente nel mondo di Internet. Molto spesso meglio dei loro genitori. Basta infatti modificare la propria data di nascita. Mentendo sull’età, i piccoli sottopongono Facebook al rischio di sanzioni sulla privacy: la legge federale americana prevede infatti che i siti ottengano il consenso dei genitori prima di utilizzare i dati personali dei minori.
Da tempo si cerca di quantificare il fenomeno dei minorenni che utilizzano Facebook: Consumer Reports lo scorso anno ne contò 7.5 milioni, tra i quali più di cinque milioni di bambini sotto i dieci anni. Una cifra altissima se si pensa che il social network conta 900 milioni di users nel mondo. L.Ans.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati