Altofonte, coltivavano cannabis: quattro arresti

Scoperti mentre innaffiavano le piante. Nell'azienda agricola a conduzione familiare, tra pomodori e zucchine, i 4 coltivavano la «Moby Dick», la cannabis più psicoattiva in circolazione che produce una concentrazione di Thc fino al 21% e ha origine equatoriale. La piantagione è stata data alle fiamme

ALTOFONTE. In un agrumeto in contrada Valle del Fico, ad Altofonte (PA), grazie al sorvolo compiuto da un elicottero dei carabinieri, sono state scoperte 80 piante di cannabis sativa alte circa 4 metri. Quattro persone sono state arrestate nel fondo mentre innaffiavano le piante. In manette sono finiti Vincenzo Rubino, 54 anni e Fabio Sanfilippo, di 35, zio e nipote; Salvatore Savoca, 65 anni e Giovanni Lo Presti, di 45, suocero e cognato di Rubino.

Nell'azienda agricola a conduzione familiare, tra pomodori e zucchine, i 4 coltivavano la «Moby Dick», la cannabis più psicoattiva in circolazione che produce una concentrazione di
Thc fino al 21% e ha origine equatoriale. La piantagione è stata data alle fiamme. Cinque giorni fa i carabinieri avevano scoperto altre 200 piante nella zona, a San Cipirello.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati