Asciugatrici, meno panni stesi In Sicilia crescono i consumi

I rivenditori di Palermo e Catania: l’inquinamento e la cenere dell’Etna sporcano gli abiti, apparecchi sempre più utilizzati. Sono impiegate anche per difendersi dai raggi del sole che rischiano di scolorire i tessuti più delicati o dagli escrementi di uccelli. I consigli: fanno risparmiare tempo

PALERMO. Lavasciuga, asciugatrice o luce del sole. Sono i dubbi che stanno “tormentando” un numero crescente di siciliani. I nuovi elettrodomestici sono sempre più all’avanguardia e garantiscono un risparmio in termini di tempo e denaro. L’utilizzo delle asciugatrici è più comune nelle regioni del nord Italia, a causa delle condizioni climatiche. Ma in generale il suo impiego è sempre più diffuso in Italia, basti che pensare che, secondo una ricerca dell’associazione Altroconsumo, nel 2010 questo prodotto ha registrato un incremento del 26% rispetto all'anno precedente. Non a caso, sul sito internet del Giornale di Sicilia, una lettrice che si firma Anna M. chiede notizie delle asciugatrici: ”Funzionano? Consumano molto? Perchè non sono molto diffuse?”, sono le sue domande.
In Sicilia stanno muovendo i primi passi, soprattutto in provincia di Catania, a causa delle eruzioni di cenere dell’Etna che sporca i panni stesi ad asciugare. Ma ritrovarsi la biancheria in cattivo stato, è un problema che riguarda tutte le città del mondo. Smog che annerisce i profumi e altera gli odori ed escrementi di uccelli sono i nemici peggiori di chi stende i panni all’aperto. Anche il sole cocente stressa i tessuti, specialmente quelli più delicati, rendendoli secchi e difficili da stirare, inoltre rovina il colore dei capi, che sbiadisce gradualmente. “La tendenza dell’acquisto di questi elettrodomestici è in aumento - racconta Fabio Pernice, responsabile del punto vendita Euronics, gruppo Bruno di via Ugo La Malfa a Palermo - nel nostro negozio sono stati più di 350 le asciugatrici vendute nel primo semestre dell’anno. Si risparmia tempo utilizzandola. Il loro costo si aggira sugli 800 euro per la classe A”. Per i più esigenti, il mercato offre una grande gamma di “lavasciuga”. In un solo elettrodomestico la comodità di una lavatrice ed una asciugatrice.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati