Valvola a bimba di 9 anni: a Taormina primo intervento in Sicilia

Prima operazione al Centro cardiologico del Mediterraneo di questo tipo nell'Isola senza bisogno di intervenire a cuore aperto.

TAORMINA. A una bambina di 9 anni, calabrese, affetta da cardiopatia congenita, è stata impiantata una valvola polmonare trans-catetere per consentire il regolare flusso del sangue ai polmoni, con una procedura meno invasiva rispetto a quella chirurgica effettuata a cuore aperto.
L'intervento, il primo del genere in Sicilia e tra i primi del Meridione, è stato eseguito al Centro cardiologico pediatrico del Mediterraneo di Taormina, nato da una convenzione tra la Regione Siciliana e l'Ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma. La piccola paziente sarà  dimessa dopo un paio di giorni di degenza con una semplice terapia antibiotica da seguire. "Fino a poco tempo fa questo tipo di intervento poteva essere eseguito solo dal chirurgo - spiega il prof. Giacomo Pongiglione, direttore del Ccpm e del Dipartimento medico chirurgico di cardiologia pediatrica del Bambin Gesù - cosa che invece oggi riusciamo ad evitare con l'ausilio delle sonde. Naturalmente c'é tutto un lavoro preliminare prima, per consentire di effettuare l'intervento in tutta sicurezza e soprattutto senza creare traumi al bambino, che fino a un attimo prima di entrare in sala viene seguito dalla mamma e in sua presenza gli viene somministrata una prima dose leggera di sedativo preparatoria rispetto all'anestesia vera e propria. Il Ccpm - conclude il prof Pongiglione - rappresenta un centro di eccellenza e tutto il personale è preparato per affrontare i vari tipi di casi che si presentano, da quelli che riguardano  i neonati a quelli dei bambini più cresciuti".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati