Marsala, lite in famiglia: zio spara al nipote

Ha confessato Gaspare Dardo per il tentato omicidio al nipote Daniele Crimi di 27 anni, colpito alla bocca. Il tentativo di omicidio, tra le 3 e le 4 del mattino, è avvenuto a seguito di una lite scoppiata per motivi familiari. L'uomo di 56 anni, pregiudicato, è stato arrestato da polizia e carabinieri

MARSALA. Gaspare Dardo, 56 anni, pregiudicato, è stato arrestato da polizia e carabinieri con l'accusa di tentato omicidio e detenzione illegale di arma da fuoco. L'uomo ha, infatti, confessato di essere l'autore del ferimento del 27enne Daniele Crimi, anche lui pregiudicato.
Il fatto è avvenuto stanotte nel quartiere popolare di Amabilina, alla periferia di Marsala. Contro Crimi, Dardo (che é prozio della vittima) ha sparato quattro colpi di pistola. Uno solo, però, è andato a segno. Il proiettile ha raggiunto Crimi alla mandibola. Il giovane, che dopo le prime cure avute al Pronto soccorso dell'ospedale di Marsala è stato trasportato al Civico di Palermo, non è in pericolo di vita. Dietro l'aggressione, secondo quanto accertato dagli investigatori, ci sarebbe una lite scoppiata per motivi familiari.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati