Sabato, 19 Agosto 2017

Palermo, riorganizzazione degli uffici al Comune: ridotti i dirigenti

Da 103 si passerà a 91, con un risparmio di circa 974 mila euro. Cambia la struttura organizzativa, che è stata ridefinita prevedendo 15 Aree corrispondenti alle deleghe degli assessori e alle competenze dello staff del sindaco
Sicilia, Politica

PALERMO. Tempi di restyling per gli uffici  del Comune di Palermo, dove il numero dei dirigenti diminuisce  di 12 unità (passando da 103 a 91, con un risparmio di circa  974 mila euro), e cambia la struttura organizzativa, che è  stata ridefinita prevedendo 15 Aree corrispondenti alle deleghe  degli assessori e alle competenze dello staff del sindaco. È  quanto stabilisce la delibera adottata all'unanimità dalla  giunta e illustrata dal sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, in  conferenza stampa a Palazzo delle Aquile, sede del Municipio.  Ciascun assessore, secondo il piano di riorganizzazione  elaborato lavorerà in tandem e sarà affiancato da un capo  area, mentre al sindaco in riferimento all'area delle relazioni  istituzionali, degli affari generali e della materia dell'Igene  e sanità, farà capo l'avvocatura generale e la Polizia  municipale.


«È la prima volta - ha detto Orlando - che il  sindaco è responsabile di tutta la macchina comunale. Con  questa operazione abbiamo drasticamente ridotto il numero di  incarichi ad interim e ciascun settore avrà un dirigente». Il  piano rafforza anche l'area della direzione generale, a cui sono  stati assegnati anche compiti di sviluppo e pianificazione.  Sulla nomina del dirigente generale del Comune, invece, il  sindaco ha detto «sarà individuato tra i candidati che hanno  partecipato all'avviso per i possibili amministratori,  chiaramente dovrà essere un esperto di pubblica  amministrazione». Poi Orlando ha annunciato la soppressione  dell'ufficio scorte del Comune. «Dovremo eliminarlo- ha detto-   lo trasformeremo in ufficio di rappresentanza istituzionale. Non  c'è motivo  di tenerlo perchè non svolge piu» servizio  scorta, il sindaco è tutelato da polizia, carabinieri e guardia  di finanza«. E riferendosi alle 8 circoscrizioni della città  parlando di decentramento di competenze e funzioni nelle otto  circoscrizioni ha detto »creeremo 8 distaccamenti di polizia  municipale nelle circoscrizioni, che avranno competenze  funzionali, e  i presidenti saranno capi municipalità come  avviene a Londra o a Parigi.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook