Tragedia in gita, bimbi disidratati: uno è morto

Il dramma durante l’escursione di cinquanta giovani di un gruppo parrocchiale su un monte sopra Prato. Arresto cardiaco per un piccolo di 11 anni: per lui inutili i soccorsi

PRATO. Un bambino è morto, altri, di una comitiva di una cinquantina di giovani di un gruppo parrocchiale in escursione sulla Calvana, un monte sopra Prato, disidratati e stremati. È successo nel pomeriggio. Un elicottero del 118 ha trasportato al pediatrico Meyer di Firenze il bambino più grave, mentre i vigili del fuoco hanno prestato soccorso agli altri, muovendosi da terra e con un elicottero. Avrebbero camminato per chilometri sotto il sole.
Il bambino che era stato colpito è poi deceduto. Il piccolo, che aveva avuto un arresto cardiaco, è stato trasportato con l'elisoccorso all'ospedale di Careggi dove si trovano anche i parenti del piccolo.


LA TESTIMONIANZA. "Stavamo camminando da un po', eravamo quasi in vetta quando ci hanno detto che un bambino si era sentito male. Mi sono voltata e lo stavano soccorrendo". E' il racconto di una bambina di dieci anni che faceva parte del gruppo soccorso oggi sulla Calvana a Prato. "Avevamo un po' caldo ed ero un po' stanca - aggiunge - ma eravamo tranquilli. E' una gita che facciamo ogni anno ed è sempre stato divertente". La piccola ancora non sa che il suo compagno è morto e quando le chiedono del viaggio in elicottero per tornare a Prato si apre in un sorriso e risponde: "Non c'ero mai salita prima d'ora. Ho avuto un po' di paura ma è stato divertente".

GLI ALTRI BAMBINI STANNO BENE. Sono stati riaccompagnati a casa dai genitori i bambini che hanno partecipato alla gita in montagna con l'undicenne morto in seguito ad un arresto cardiaco durante l'escursione. I genitori escono alla spicciolata dalla caserma dei vigili del fuoco di Prato: ancora nessuno sa, però, che il bambino è morto. "Stanno tutti bene - spiega una madre, Stefania - è una gita che fanno ogni anno e gli accompagnatori sono attentissimi. Se qualcosa è andato storto non è colpa loro". I bambini, spiega il comandante dei vigili del fuoco di Prato Vincenzo Bennardo, sono stati controllati da tre medici e tre infermieri. "Stanno bene - ha detto anche lui - hanno sofferto un po' di caldo e di sete. Erano una settantina, tutti delle elementari e delle medie". I genitori hanno avuto anche parole di elogio e di apprezzamento per il parroco di San Martino a Paperino, don Carlo Gestri, che ha accompagnato i ragazzi nell'escursione. 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati