Infortuni, la formazione in azienda può ridurli del 30%

CATANIA. Un’adeguata formazione sulla sicurezza può ridurre il rischio di infortuni sul posto di lavoro anche del 30 per cento. È quanto emerge da un’analisi fatta da Euro Soluzioni srl, società catanese che si occupa di formazione, su un campione rappresentativo delle aziende coinvolte in un piano formativo realizzato dalla società con Fondimpresa (il più importante tra i fondi interprofessionali per la formazione continua che finanzia la formazione secondo le esigenze di ogni singola azienda).
Dai dati elaborati da Eurosoluzioni e presentati nel corso di un convegno che si è svolto a Catania, nella sede del Rettorato dell’Ateneo etneo, emerge che le nuove competenze apportate in azienda attraverso la formazione continua hanno avuto un impatto positivo nei confronti di tutte le fasi e attività lavorative con una riduzione degli infortuni accaduti e mancati pari al 30%, paragonando i 6 mesi successivi alla formazione agli stessi mesi dell’anno precedente. Inoltre, le aziende si sono giovate di un effetto di trasferibilità indotta anche sui lavoratori che non sono stati oggetto di formazione riducendone i comportamenti a rischio di circa il 60 per cento. «Questo ci fornisce - afferma Saverio Leanza, project manager di Euro Soluzioni 2000 srl - un’idea di quanto siano i benefici complessivi che le aziende traggono dalla partecipazione a tali interventi formativi».
Il piano formativo condotto da Euro Soluzioni srl è composto da tre progetti (“Fis” e “Fas” sulla sicurezza, “Mare” sull’impatto ambientale) ai quali hanno partecipato complessivamente 64 aziende con 664 lavoratori coinvolti. Anche la formazione ricevuta in termini di riorganizzazione eco-sostenibile attraverso l’introduzione di sistemi innovativi di gestione ambientale, produzione eco-compatibile, uso razionale delle risorse e maggiore sensibilizzazione alle tematiche ambientali ha avuto un effetto contribuendo a una riduzione del loro impatto ambientale stimato in una quota del 20 per cento.
«La qualità dei nostri servizi formativi – sottolinea Leanza - soprattutto grazie ai progetti di Fondimpresa, ci consente di dare immediate ed efficienti risposte alle problematiche ambientali e di sicurezza delle aziende che sempre più numerose ci richiedono la nostra expertise».
Amarildo Arzuffi, responsabile Area formazione di Fondimpresa, pone l’accento sulla possibilità che la formazione dei dipendenti venga riconosciuta a livello curriculare: «Finalmente stiamo coinvolgendo il mondo dell’università per dare più valore alla formazione dei lavoratori e fare in modo che queste attività vengano riconosciute a livello curriculare attraverso la certificazione delle competenze acquisite».
Al convegno hanno partecipato sindacati e rappresentanti di imprese che si sono confrontati nell’ambito di un focus.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati