Notizie tinte, notizie buone

Quale volete prima? Di solito si sceglie quella tinta che è questa: sta incapizzando un fine settimana di caldo troppo troppo. La prima vera botta di caldo estiva che domenica sera dovrebbe essere rinfrescata ma la simana che trase forse ritorna. La notizia buona è che comunque – dicono gli scinziati – l’estate sarà normale (né tanto carda né tanto picchiosa di pioggia) anche se l’anti ciclone delle Azzose non ci passa a trovare. E ora vediamo che cosa sta succedendo. L’anti ciclone delle Azzose è fermo sullo Tlantico allargo della Spagna.


Di solito iddu si rappresentava dalle parti nostre e diceva: «ahhhh, quanto mi assetto e mi riposto un poco». Così iddu si assittava e, siccome non voleva essere disturbato, faceva cose misteriose ca il risultato era che, almeno nell’Italia di sotto, non arrivavano le pettubbazioni fredde. Il pobblema è che questo anti ciclone forse è fatto vecchio, che vi devo dire? Certo è che dalle parti nostre non ci incugna più tanto nello spesso. Che succede allora? Succede che da noi arriva l’anti ciclone Africano (magari lo chiamiamo Scipione?) che porta caldissimo.


Ma attenzione: questo anti ciclone c’è stato sempre: com’è che ora ci rompe i cabbasisi? Ci sta pensando ora? Scendi scendi trovi il motivo. Dovete sapere che in Africa, nella parte dove la palla della Terra è proprio a metà che si dice l’Equatore, c’è di solito una situazione che si chiama «zona di convergenza intertropicale». Ora questa zona sembra che si spostò più a Nord e spinge verso sopra a Scipione. Come s’iddu iucassiru a acchiana u patri cu tutti i so figghi. Insomma questo aiuta a Scipione a stare sopra di noi e a provocare temperature sopra i 35 gradi. Ma domani  questi livelli ci saranno solo a Trapani mentre a Palermo  ci andiamo a posare a 32 gradi. Ma venerdì ce ne saranno 34 e sabato e domenica forse 35. Domenica sera arrifrisca grazie alla pettubbazione dello Tlantico che però divide l’Italia in due: lassopra c’è malotempo e fresco, quassotto cielo aperto e pico di sole alla grande. Il pobblema è che nella zona di confine tra le due situazioni, tipo Lazio, Abruzzo e Marche, ci potrebbe essere qualche sciarra sotto forma di temporali. Ma a noi non ci interessa. P.S. accattativi i limoni perché l’acqua col limone spremuto e un poco di sale è un perfetto integratore. Tante cose calde.

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati