I pioppi a Palermo e la neve d’estate

Ho sempre ammirato la capacità inventiva di noi siciliani ma che si arrivasse a far cadere la neve in estate non ci avrei mai creduto. Vorrei ringraziare quel geniale impiegato del Comune di Palermo che quando decise di sostituire i vecchi platani malati di viale Galatea pensò bene d'impiantare dei pioppi. Ogni inizio estate appena gli alberi fanno fioritura le case che si affacciano sul viale e i marcapiedi stessi vengono imbiancati da tanti batuffoli che con un po' di brezza si librano in aria come fiocchi di neve.
Tralasciando che questo fenomeno impedisce qualsiasi pasto all'aperto tanto atteso con l'arrivo della bella stagione (a meno che non pensi che tra i cibi una pallina bianca esteticamente non guasta), questo fenomeno provoca anche tantissimi casi d'allergia non affatto piacevoli. Come se tutto ciò non bastasse, i pioppi, durante tutta l'estate continuano a produrre una resina appiccicosa che si deposita lungo il viale e sulle ringhiere che lo delimitano trattenendo ogni genere di sporcizia, e considerato che dell'operatore ecologico se ne persa ogni traccia, vi invito a prendere visione del risultato.
Ma alla fine pensi... va be' forse sono piante sempre verdi che in autunno non perdono le foglie creando i già noti disagi che i residenti affrontavano con platani, macchè anche loro perdono le foglie. Sono consapevole che come molte altri problemi anche questo difficilmente verrà risolto, però oltre il nome mi piacerebbe conoscere le considerazioni che hanno indotto quel geniale impiegato del comune a scegliere tra le decine di piante proprio i pioppi.
Forse era un amante della neve Promuoviamolo!
Giuseppe Turco, Palermo

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati