Evasione fiscale in una società di rifiuti dell'Agrigentino

E' stata scoperta dalla Guardia di finanza di Agrigento presso la società Dedalo Ambiente che gestisce la raccolta dei rifiuti in sette comuni della provincia. Due le persone denunciate e 2 milioni di euro di beni sequestrati alla società

AGRIGENTO. Un'evasione fiscale è stata scoperta dalla Guardia di finanza di Agrigento presso la società Dedalo Ambiente che gestisce la raccolta dei rifiuti in sette comuni della provincia. Due le persone denunciate e 2 milioni di euro di beni sequestrati alla società.  L'operazione è del nucleo di polizia tributaria della Gdf di Agrigento che ha compiuto una verifica fiscale nei confronti della Dedalo Ambiente AG3, gestore del ciclo dei rifiuti nei comuni di Licata, Canicattì, Palma di Montechiaro, Ravanusa, Campobello di Licata, Naro e Camastra. L'evasione riguarda
ritenute previdenziali operate e non versate nel 2008 e 2009, nonchè l'Iva per le stesse annualità.


Il Gip di Agrigento ha anche disposto, per equivalente, il sequestro cautelare dei beni. È stato anche nominato un amministratore giudiziario. Tra i beni sequestrati, un capannone nella zona industriale nel comune di Ravanusa (AG) e numerosi mezzi per la raccolta dei rifiuti.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati