Rugby, Di Muro in nazionale Seven

PALERMO. Vito Di Muro, centro classe 88, farà parte della nazionale italiana Seven che si appresta a disputare il Grand Prix Seven Series FIRA-AER. Tre le tappe del circuito 2012: Lione (2 e 3 giugno), Mosca (30 giugno, 1 luglio) e Odensa (Danimarca, 7 e 8 luglio). Portogallo, Russia, Francia, Galles e Germania sono le dirette avversarie degli Azzurri nella fase di qualificazione a gironi. Nell’altra poule sono inserite Inghilterra, Spagna, Georgia, Scozia, Ucraina ed Olanda.
L’Italia debutterà nel torneo sabato 2 giugno alle 10:40 contro la formazione tedesca e concluderà la fase di qualificazione il giorno seguente affrontando la Francia. Marco De Rossi e Luca Martin, tecnici dell’Italia Seven, hanno reso nota la lista dei quindici atleti selezionati per il torneo di Lione. E la notizia è stata comunicata al giocatore ed alla società dell’Italo Belga Palermo Rugby solo nella tarda serata di ieri. «Una gioia immensa – dice Di Muro – Una notizia che mi ha sconvolto positivamente, perché non me lo aspettavo sul serio». Inghiottito a fatica il rospo per la fallita promozione in serie A. «Sarebbe stato tutto perfetto se la mia convocazione fosse combaciata con la promozione in serie A del Palermo – dice Di Muro – Dispiace che abbiamo fallito il salto di categoria per un solo piazzato. Ma adesso è necessario ricominciare a guardare avanti e programmare con attenzione la prossima stagione». Felicissimo il presidente del Palermo Rugby Fabio Rubino: «È una soddisfazione incredibile quella di avere  un nostro giocatore tra i convocati della nazionale – dice il numero uno dei nero-arancio -. Tra le altre cose è la prima volta che un giocatore palermitano indossa la casacca azzurra. Siamo contenti per lui, perché è un bravissimo atleta. La convocazione di Di Muro rivela quanto bene abbiamo fatto in questa stagione».
Di Muro si aggregherà alla nazionale domani a Roma. Il 2 ed il 3 giugno gli azzurri debutteranno a Lione. Esaurita la fase di qualificazione, le dodici squadre saranno suddivise nei tre gironi finali in base al piazzamento ottenuto: prime e seconde classificate di ciascuna poule si affronteranno nelle semifinali e finali per l’assegnazione del “Coupe” e delle prime quattro posizioni; terze e quarte per il “Plateau” (5° - 8° posto), quinte e steste per la “Petite Coupe” (9° – 12° posto). Le Seven Series FIRA rappresentano il primo passo nella marcia di avvicinamento alla Coppa del Mondo di specialità in programma a Mosca nel 2013. La Seven Azzurra per qualificarsi all’edizione moscovita dovrà classificarsi nelle prime cinque posizioni del Torneo IRB di Algrave (Portogallo), in programma il 21 ed il 22 luglio. «Il Seven richiede capacità atletiche e tecniche non indifferenti. Occorrono i migliori per crescere – hanno detto i due allenatori azzurri De Rossi e Martin - Negli ultimi due anni abbiamo testato decine di ragazzi di tutte le categorie. Ora pensiamo di aver individuato 4/5 giovani interessanti. Ma occorrerà tempo e pazienza per poter creare il gruppo di 15/20 elementi su cui puntare per il futuro». Il raduno azzurro ha avuto inizio oggi presso il centro di preparazione olimpica del Coni Giulio Onesti, a Roma.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati