Il boss Pippo Calò in ospedale da aprile: sta meglio

ANCONA. E' ricoverato dal 30 aprile scorso nell'ospedale cardiologico 'Lancisi' a Torrette di Ancona il boss mafioso Pippo Calò. Il primo maggio è stato sottoposto ad un intervento chirurgico, per l'impianto di by-pass coronarici, e le sue condizioni cliniche sono discrete. Rinchiuso nel supercarcere di Marino del Tronto ad Ascoli Piceno, Calò aveva accusato una crisi cardiaca in cella: subito soccorso e portato nell'ospedale 'Mazzoni' di Ascoli, èstato poi trasferito nella struttura specializzata di Ancona. Nel nosocomio Calò è ricoverato come un paziente qualsiasi, anche se sorvegliato a vista da agenti armati. La notizia della sua presenza nell'ospedale anconetano era stata tenuta segreta proprio per motivi di sicurezza, ieri però è trapelata da Palermo, dove oggi il boss sarebbe dovuto comparire in teleconferenza al processo davanti alla corte d'Assise di appello per l'omicidio di Calogero 'Gigino' Pizzuto, avvenuto nel 1981 in provincia di Agrigento. Nello stesso procedimento è imputato anche Bernardo Provenzano.    
Secondo l'avvocato ascolano Mauro Gionni, che lo assiste e gli ha fatto visita anche sabato scorso, Calò sta  "abbastanza bene". Oggi il boss dovrebbe ricevere una nuova visita della moglie.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati