Caltanissetta, scoppia l'emergenza rifiuti

Strade invase dall'immondizia dopo la protesta dei netturbini per il mancato pagamento degli stipendi di marzo. Indetta una tre giorni di assemblee sindacati dagli operatori ecologici di Caltambiente, con due giorni di sciopero assoluto

CALTANISSETTA. Scoppia l'emergenza rifiuti a Caltanissetta. Gli effetti della protesta dei netturbini cominciano a vedersi soprattutto nei quartieri più popolari della città dove il numero degli abitanti è alto ed i cassonetti sono appena sufficienti per contenere appena i rifiuti di un paio di giorni prima di traboccare all'esterno. Ieri è stata la prima delle tre giornate di assemblee sindacali indette dagli operatori ecologici di Caltambiente che hanno poi proclamato due giorni di sciopero che si terranno giovedì e venerdì prossimi per rivendicare il pagamento dello stipendio del mese di marzo.


I lavoratori saranno riuniti in assemblea anche oggi e domani dalle 5,30 alle ore 7,30, nell'arco di tempo cioè in cui dovrebbero effettuare i turni di lavoro. Al comune, dove l'Ato ha bussato a cassa per una anticipazione, hanno fatto sapere che ci sono problemi di bilancio per cui non ci sarà alcun intervento finanziario sostitutivo. Il sindaco Michele Campisi ha rilevato che la prima anticipazione da parte del comune è stata deliberata propria il mese scorso ed in questo senso il comune, rispetto all’intervento sussidiario previsto avrebbe già sborsato più del dovuto.  Proprio in questi giorni nelle abitazioni dei cittadini contribuenti vengono recapitate le raccomodate spedite dall’Ato con i bollettini di pagamento della Tarsu.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati