Piazza Armerina, rissa tra vicini di casa: tre arresti

In manette Christian Minnella, sorvegliato speciale di 26 anni, Salvatore Lo Bartolo, di 48, e suo figlio Luigi, di 31. Quest'ultimo stava scontando gli arresti domiciliari. La causa dei lavori di ristrutturazione a tarda ora

PIAZZA ARMERINA. Tre persone sono state arrestate la notte scorsa a Piazza Armerina, in provincia di Enna, per una lite tra vicini di casa conclusasi con un ferito che ha dovuto far ricorso alle cure del Pronto Soccorso per ferite giudicate guaribili in otto giorni. Gli arrestati sono Christian Minnella, sorvegliato speciale di 26 anni, Salvatore Lo Bartolo, di 48, e suo figlio Luigi, di 31. Quest'ultimo stava scontando gli arresti domiciliari. Tutti e tre devono rispondere di rissa aggravata e porto ingiustificato di oggetti atti ad offendere. Luigi Lo Bartolo è anche accusato di evasione e Minnella di aver avere violato le prescrizioni derivanti dalla sorveglianza Speciale. 


Secondo una ricostruzione della Polizia Minnella sarebbe stato aggredito con una catena metallica da padre e figlio, che non avrebbero gradito il rumore causato a tarda ora da lavori di
ristrutturazione in casa del vicino. I due avrebbero anche danneggiato una vetrata del 'rivalè, incuranti della presenza della moglie e del bimbo di pochi anni di Minnella. Quest'ultimo avrebbe reagito lanciando un martello di ferro e ferendo Salvatore Di Bartolo. I tre arrestati sono stati rinchiusi nel carcere di Enna.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati