Sicilia, Politica

Finanziaria, i sindacati: dipendenti regionali discriminati

La Fp Cgil Sicilia: per la prima volta i lavoratori non saranno agganciati agli aumenti contrattuali previsti a livello nazionale negli altri comparti del pubblico impiego

PALERMO. "Con l'approvazione questa mattina di bilancio e finanziaria, per la prima volta i dipendenti regionali non saranno agganciati agli aumenti contrattuali previsti a livello nazionale negli altri comparti del pubblico impiego. Una grave violazione dello Statuto che avrà forti ripercussioni soprattutto sui redditi più bassi che, contrariamente a quanto ogni giorno viene strombazzato, sono al di sotto della media nazionale". Lo scrive in una nota il segretario regionale di Fp Cgil Sicilia, Enzo Abbinanti. "Se il governo pensa di poter rilanciare il ruolo della Regione mortificandone i dipendenti - aggiunge - sbaglia di grosso. Valuteremo quali iniziative intraprendere per porre riparo a questa iniquità. Le divisioni sindacali degli ultimi mesi che la Fp-Cgil aveva cercato in ogni modo di evitare, hanno in parte favorito i piani dell'esecutivo". "Non può certo consolare - conclude - il fatto che l'Aran non sia stata soppressa. Tuttavia, il mantenimento dell'Agenzia, fortemente voluto dalla stragrande maggioranza delle sigle, potrà consentire, recuperando il valore dell'unità sindacale,  la possibilità di apportare quei dovuti correttivi sul fronte contrattuale ad altre norme approvate come quella sulla mobilità d'ufficio che, senza regole definite attraverso la contrattazione, sarà determinata dall'arbitrio dei vertici burocratici e delle appartenenze politiche".
Fp Cgil Sicilia critica, definendola "assurda", l'abolizione dell'Azienda foreste per far transitare le competenze al Corpo forestale. "Controllore e controllato - scrive Abbinanti - torneranno a riunirsi in un unico soggetto, come avveniva prima della legge 10 del 2000 quando le competenze furono separate. Solo per i precari viene data un'ulteriore boccata di ossigeno con la proroga dei contratti fino al 31 dicembre".       

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati