Gela, marittimo polacco investito da tir: è grave

L'uomo, che presta servizio su un'imbarcazione al porto, stava viaggiando a bordo di un taxi quando ha chiesto all'autista di fare una sosta per un bisogno fisiologico. Sceso dall'auto si è messo a correre attraversando la strada, scansato da alcune automobili ma non dal pesante automezzo

GELA. Un marittimo polacco, Mirian Kulù, 62 anni, è in fin di vita dopo essere stato travolto, stamane, da un tir sulla statale 417 Gela-Catania, all'altezza di Caltagirone. L'uomo, che presta servizio su un'imbarcazione al porto di Gela, stava viaggiando a bordo di un taxi quando ha chiesto all'autista di fare una sosta per un bisogno fisiologico. Sceso dall'auto si è messo a correre attraversando la strada, scansato da alcune automobili ma non dal tir che lo ha investito in pieno, trascinandolo per alcuni metri. Pare che fosse stato turbato da una brutta notizia ricevuta dal figlio con il quale aveva appuntamento alle 11 all'aeroporto catanese di «Fontanarossa».


Soccorso e trasportato nell'ospedale di Caltagirone, è stato intubato e stabilizzato per poi essere trasferito con un elicottero del 118 al «Garibaldi» di Catania. Sull'episodio indaga la polizia stradale di Caltagirone che ha posto sotto sequestro il mezzo. Il traffico sulla Gela-Catania ha subito un forte rallentamento.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati