Amia: a Palermo è finita l’emergenza

L’azienda: "Con la raccolta di oltre 1.480 tonnellate e con gli interventi odierni la situazione è stata riportata alla normalità”. Nel giorno di Pasqua sarà vietato depositare immondizia nei cassonetti

PALERMO. "Con la raccolta di oltre 1.480 tonnellate, e con gli interventi odierni ancora in via di completamento, è stata riportata alla normalità la raccolta dei rifiuti a Palermo". Lo sostiene, con una nota, l'Amia, l'azienda municipalizzata che si occupa della raccolta e della gestione dei rifiuti a Palermo. Nei giorni scorsi si sono registrati gravi disagi, a causa dello sciopero dei netturbini che hanno messo in ginocchio il capoluogo siciliano, letteralmente sommerso dai rifiuti.    
"Amia ha mantenuto l'impegno di ripulire la città entro Pasqua - si legge nella nota -. Tutte le risorse disponibili sono state impiegate in questo sforzo, con il contributo di tutta l'azienda e di Amia Essemme. Tutti i servizi potranno riprendere con regolarità".     
L'azienda ricorda che domani "la vigente ordinanza sindacale non consente di conferire rifiuti". Sia domani che lunedì, Amia garantisce le "attività previste dal contratto di servizio, in particolare nelle aree turistiche del centro e delle borgate marinare (Mondello e Sferracavallo)".     
Lunedì, giorno di Pasquetta, saranno collocati otto cassoni scarrabili nel parco della Favorita, distribuiti sacchetti agli ingressi di piazza Leoni e della Palazzina Cinese. Amia afferma che saranno completate le attività di disinfezione, sanificazione e derattizzazione di tutte le postazioni in città, oggetto di bonifica nei giorni scorsi.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati