Sicilia, Economia

Riforma del lavoro, torna il reintegro

Il governo ha trovato un'intesa e il ddl è stato trasmesso al presidente Napolitano prima di passare al vaglio delle Camere. Il ministro Fornero: "Nel caso di licenziamento per manifesta insussitenza del motivo economico il giudice può decidere di riassegnare il posto in organico. Negli altri casi vale l'indennizzo". Il premier Monti: "E' un fatto di rilievo storico, contiamo sul senso di misura da parte di tutti"

ROMA. Il governo ha trovato un'intesa sulla riforma del mercato del lavoro, il cui Ddl è stato trasmesso al presidente Napolitano prima di passare al vaglio delle Camere. Il premier Mario Monti ha sottolineato che si tratta di una «riforma di rilievo storico per l'Italia».
Monti ha espresso, quindi, fiducia nella rapidita' delle Camere, aggiungendo che l'azione del governo sta dando qualcosa agli italiani. "Contiamo - ha detto il presidente del Consiglio -   sul senso di misura di tutte le parti sociali. C'e' rispetto per tutti i lavoratori ma devo ricordare che il governo lavora per l'interesse generale del paese in una prospettiva di lungo periodo'', ha affermato il premier, ribadendo che l'obiettivo e' quello di superare l'emergenza dare lavoro e prospettiva ai giovani.

"Il nostro ddl prevede che nel caso di manifesta insussitenza per motivo economico il giudice possa decidere il reintegro. Negli altri casi vale l'indennizzo" ha spiegato il Ministro Fornero. La riforma rappresenta un guadagno netto per la collettivita'. Nella riforma del lavoro ''i vantaggi sono molto di piu' che gli svantaggi'' e chi ''ci guadagna e'la collettivita'', ha detto Fornero, che spiega come le nuove norme mirino ''a piu' occupazione strutturale e di qualita' e piu' partecipazione''.


Il Ministro del lavoro nel corso della conferenza stampa ha mostrato il testo del provvedimento: ''E' questo, non e' ancora disponibile perche' e' in mano al Presidente della Repubblica. Ma esiste. Noi glielo abbiamo mandato''. Una delle misure del ddl sul lavoro ''contrasta la pratica barbara delle dimissioni in bianco'' afferma il ministro del welfare parlando di quella parte delle disposizioni che riguardano l'occupazione femminile.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati