Imu, caos sui pagamenti: allarme dei Caf pure in sicilia

A giugno la prima rata della tassa sugli immobili. La Regione ha impugnato la tassa davanti alla Corte Costituzionale e una recente pronuncia della Consulta obbliga Stato e Regione a trattare

PALERMO. È caos sull’Imu, la nuova tassa sugli immobili. L’allarme è stato lanciato dai Caf, i Centri di assistenza fiscale. In una lettera inviata al ministero dell'Economia, la Consulta nazionale parla di «crescente preoccupazione» e «grande disagio» per l'assenza di indicazioni sui versamenti che dovrebbero essere sanciti dai Comuni, ma in pochi l’hanno fatto. Gli operatori chiedono per l'acconto di applicare le aliquote di base o di prorogare il termine di pagamento della prima rata previsto per il 16 giugno. Il nodo potrebbe essere sciolto in questi giorni durante i lavori sul decreto fiscale in Parlamento. Ecco la situazione in Sicilia, dove la Regione ha impugnato la tassa davanti alla Corte Costituzionale e una recente pronuncia della Consulta obbliga Stato e Regione a trattare. Palermo Il passaggio dall'Ici all'Imu è stato approvato dal consiglio comunale di Palermo. Per le prime abitazioni l'aliquota è stata mantenuta al 4,8 per mille, anche se il coefficiente Imu è balzato da 100 a 160 per via degli aumenti decisi dal governo. Aumentata quasi al massimo, invece, l'aliquota per le altre tipologie di fabbricati, seconde case comprese: 9,6 per mille. Secondo le stime del Comune, 42 mila soggetti per effetto di detrazioni per la prima abitazione e i figli a carico non pagheranno nulla. Agrigento Tutto bloccato ad Agrigento, in attesa di chiarimenti. Caltanissetta La giunta comunale ha deliberato il responsabile unico del procedimento per l'applicazione dell’Imu. Si tratta del dirigente del settore Finanze di Palazzo del Carmine, Claudio Bennardo che dovrà avviare l'iter la istituzione della nuova tassa. Messina Dal Comune, sino a oggi, nessuna novità. Il 19 aprile un incontro sulla nuova imposta. Ragusa Nel corso di un convegno che si è tenuto venerdì, promosso dall'Associazione commercialisti iblei e dal Comune, il sindaco di Ragusa Nello Dipasquale ha detto che l'aliquota dell'Imu sarà al 4 per mille per la prima casa e all'8,6 per la seconda. La giunta comunale ancora non ha deliberato. Catania Nessuna decisione è stata ancora adottata dall'amministrazione comunale di Catania per quanto riguarda l'Imu. Cgil e Uil hanno lanciato le loro contropoposte. Trapani La nuova imposta municipale unica a Trapani è ancora avvolta dal mistero. L'amministrazione comunale, infatti, non ha ancora ufficializzato nulla. Enna L'amministrazione comunale non ha ancora deciso nulla sulle aliquote Imu. C'è solo un orientamento sul quale stanno discutendo amministratori e tecnici. La proposta, che dovrebbe andare nelle commissioni di Sala d'Euno nei prossimi giorni tenderebbe ad applicare il 4,8 per mille sulla prima casa e intorno all'8-9 per mille sulla seconda. Siracusa L'amministrazione comunale di Siracusa punta a fissare l'«Imu» per la seconda casa al 10 per mille e lasciare al 4 per mille l'imposta della prima casa. Ma la proposta avanzata dalla giunta ha scatenato numerose polemiche in consiglio. E il dibattito in aula per l'approvazione del regolamento si annuncia lungo anche in considerazione del rinvio della scadenza al 30 settembre.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati