Tolosa, un testimone: il killer aveva una telecamera

L’autore della strage avrebbe registrato tutto con un apparecchio che teneva al collo

PARIGI. "Un testimone ha notato una piccola telecamera attorno al collo del killer", autore della strage alla scuola ebraica di Tolosa. Lo ha riferito il ministro dell'Interno francese, Claude Guéant, spiegando che, al momento, ancora non si hanno indicazioni sull'omicida: "non sappiamo" chi è l'assassino", ha sottolineato la stessa fonte. Secondo un testimone, ha spiegato Gueant, il killer portava una telecamera "sul busto" di tipo "GoPro". Si tratta di un apparecchio che "permette di registrare col grand'angolo delle immagini e poi di vederle su un computer". "Secondo me, ciò potrebbe confermare il profilo psicologico dell'assassino", ha detto ancora il ministro, ricordando che l'uomo viene descritto come "molto freddo, molto determinato, molto padrone di sé nei gesti, molto crudele".      
Gueant ha aggiunto che tali immagini "sono fatte sia per vederle sia per diffonderle". Tuttavia, "che io sappia", non sono state diffuse questa mattina, ha continuato, ribadendo che diverse piste sono state aperte dagli inquirenti ma "per il momento nessun elemento ci consente di dire che siamo vicini a un arresto".     
Poco prima, intervenendo su radio Europe 1, il ministro dell'Interno aveva detto che "sono già state fatte migliaia di verifiche", in particolare, su "dei militari che sono stati radiati dall'esercito e che potrebbero avere nello spirito un desiderio di vendetta". "Questa è una pista, ma non è l'unica, non è particolarmente privilegiata" rispetto ad altre, ha precisato Gueant.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati