Si fingeva prete per rubare in casa di anziani: condannato

MESSINA. Il giudice monocratico di Messina ha inflitto due anni di reclusione per furto e ricettazione a Giuseppe Germanelli, l'uomo che si fingeva per prete per rubare a casa di anziani. Il giudice ha sospeso la pena e lo ha rimesso in libertà. Germanelli, si trovava ai domiciliari, perchè era stato arrestato dalla polizia il 9 marzo scorso dopo che il figlio di una delle donne a cui Germanelli aveva rubato del denaro lo ha  accoltellato per strada per vendicarsi.  In seguito la polizia ha scoperto che Germanelli aveva anche un complice, un giovane di 29 anni indagato per ricettazione.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati