Voto in Russia, blindata a Mosca zona protesta opposizione

MOSCA. La polizia ha blindato con un grande dispiegamento di uomini e mezzi il Novi Arbat, il grande viale tra Cremlino e Casa Bianca (sede del governo russo) che oggi ospiterà la manifestazione dell'opposizione anti Putin, dopo la sua rielezione al Cremlino nella presidenziali di domenica scorsa. Il Comune ha autorizzato sino ad un massimo di 50 mila persone ma finora le adesioni sulla rete non superano le 10 mila. Luogo del raduno il larghissimo marciapiede del Novi Arbat, una trafficatissima arteria a otto corsie che collega piazza Arbat alla Sadovaia, punteggiata dai grigi grattacieli di epoca brezneviana e costeggiata da negozi, ristoranti, centri commerciali. Alcuni esercizi hanno chiuso nel timore di scontri o incidenti. E' stato montato anche un palco con due maxischermi per un comizio nel quale si alterneranno in particolare gli esponenti della Lega degli elettori, per illustrare i brogli rilevati alle presidenziali che hanno riportato Putin al Cremlino con il 63.6% dei voti. Quello di oggi è un doppio test: per il movimento di protesta, che sembra affievolirsi almeno nei numeri e incerto sul da farsi dopo il successo di Putin e le congratulazioni anche da parte di Obama; e per un potere sempre allarmato, che autorizza le manifestazioni ma usa il pugno di ferro di fronte alla prima violazione, come successo il 5 marzo in piazza Pushkin (250 fermi).

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati