Assunzione di 10mila insegnanti Stop del governo: è polemica

Le commissioni Industria e Affari Costituzionali dicono sì ad un emendamento per dare sostegno a disabili e favorire il tempo pieno. Ma il governo, che durante l'esame di merito non si oppone, dice no nel corso dell'esame in notturna

ROMA. Le commissioni Industria e Affari Costizionali dicono sì ad un emendamento che prevede l'assunzione di 10.000 insegnanti per dare sostegno a disabili e favorire il tempo pieno. Ma il governo, che durante l'esame di merito non si oppone, esprime invece il suo parere negativo nel corso dell'esame in notturna che la commissione Bilancio della Camera deve fare sulle coperture. Nulla da fare, almeno per il momento. Il nodo rimane da sciogliere e solo oggi le commissioni competenti, proprio poche ore dell'atteso arrivo in aula del decreto, prenderanno in mano il dossier alla ricerca di nuove fonti di copertura, inzialmente prevista soprattutto con rincari di birra, alcolici e giochi.
Le commissioni competenti in giornata avevano licenziato il testo, con molte modifiche, in vista dell'arrivo nell'aula di Montecitorio, dove già oggi potrebbe arrivare la richiesta della fiducia da parte del Governo.
Tra le numerose norme inserite, che hanno spinto la Lega Nord a parlare di un "decreto omnibus", ve ne era una che prevede l'immissione in ruolo di 10.000 insegnanti ma anche altre, come quella che blocca la deregulation nel campo della sicurezza del lavoro, inizialmente prevista dal provvedimento. E' stata invece esclusa perché inammissibile per estraneità della materia la cosiddetta norma salva-banche, che avrebbe dovuto correggere quanto inserito dal Senato nel decreto liberalizzazioni. Per questa norma si sta ancora studiando la collocazione opportuna.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati