Stuprò una ragazzina a Vulcano, condannato

In carcere è finito Francesco Assenzio, 40 anni di Messina. La violenza avvenne il 3 aprile del 2010. In un primo momento vi avrebbe preso parte il fidanzato della ragazza e successivamente, tra le resistenze della vittima, si sarebbe aggiunto l'uomo

LIPARI. Il Tribunale di Barcellona Pozzo di Gotto ha condannato un messinese di 40 anni, Francesco Assenzio, a quattro anni e sei mesi di reclusione con l'accusa di stupro nei confronti di una ragazza di 14 anni di Vulcano avvenuto il 3 aprile del 2010.
L'uomo, che è stato anche condannato a pagare una provvisionale di 30 mila euro, si sarebbe offerto di risolvere una lite tra la ragazzina e il suo fidanzatino, anch'egli di 14 anni ma alla fine avrebbe anche abusato sessualmente della ragazza. La violenza carnale avvenne in una tensostruttura dell'Enel vicino al porto di Vulcano.
In un primo momento vi avrebbe preso parte il fidanzato della ragazza e successivamente, tra le resistenze della vittima, si sarebbe aggiunto l'uomo. Le indagini cominciarono dopo una denuncia dei familiari della ragazza e portarono all'arresto del quarantenne e ad una misura cautelare nei confronti del minorenne.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati