Palermo, minacce a Rita Borsellino

Arriva una telefonata nella sede del Pd: "Vogliono ammazzare Rita Borsellino". A pronunciare queste parole una donna. Il segretario Lupo ha denunciato l'accaduto

PALERMO. «Vogliono ammazzare Rita Borsellino». A pronunciare queste parole è stata una donna che oggi ha telefonato alla sede siciliana del Pd, in via Bentivegna a Palermo, chiedendo il numero dell'eurodeputata, candidata alle primarie del centrosinistra di domenica prossima, per poterla avvertire.  A prendere la telefonata è stato un addetto alla segreteria del partito. Alla donna, che non ha fornito le proprie generalità, che ha chiesto il numero telefonico di Rita Borsellino, l'impiegato ha risposto che non era autorizzato a darlo. L'interlocutrice a quel punto ha affermato di volerlo «in quanto vogliono ammazzare Rita Borsellino».  L'impiegato ha subito avvertito il segretario Giuseppe Lupo che ha informato dell'accaduto l'eurodeputata, poi si è recato in questura per sporgere denuncia. A quanto pare una telefonata analoga è stata ricevuta da una cugina della candidata, che porta il suo stesso nome: Rita Borsellino; anche in questo caso la voce era femminile.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati