Esami falsificati, Lagalla: "Collaboriamo all'inchiesta"

Ai domiciliari i dipendenti dell'Ateneo, Rosalba Volpicelli, 49 anni, e Ignazio Giulietto, 56 anni. Stesso provvedimento è scattato per Francesco Giaconia, 28 anni, un ex studente

PALERMO. Gli arrestati ai quali sono stati concessi i domiciliari con l'accusa di avere falsificato il superamento di esami universitari che non erano stati invece mai sostenuti sono i dipendenti dell'Ateneo, Rosalba Volpicelli, 49 anni, e Ignazio Giulietto, 56 anni. Stesso provvedimento è scattato per Francesco Giaconia, 28 anni, un ex studente che avrebbe avuto il compito di avvicinare gli universitari in difficoltà. L'inchiesta è stata avviata nel 2010.


In quell'anno come ricorda il rettore Roberto Lagalla «una dipendente che aveva ammesso di avere caricato irregolarmente alcuni esami fu licenziata, mentre i due per i quali adesso è scattato l'arresto furono sospesi da servizio e retribuzione per due mesi e poi reintegrati in altre funzioni, fuori dalle segreterie e senza uso di password». «Prendiamo atto delle iniziative assunte dalla Procura di Palermo alla quale noi stessi abbiamo rimesso le carte a settembre del 2010 appena acquisiti - aggiunge - elementi di rilevanza penale, adottando contestualmente provvedimenti disciplinari nei confronti degli stessi dipendenti che oggi sono destinatari delle misure cautelari».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati