Rugby, l'Italo-Belga contro il San Giorgio

La squadra palermitana per questa occasione ritorna al Velodromo. Il Comune infatti ha dato il via libera all'apertura delle tribune, chiuse per inagibilità

PALERMO. Torna al Velodromo Paolo Borsellino il Palermo rugby del presidente Fabio Rubino. Che, in occasione della sedicesima giornata del campionato nazionale di serie B, ospita i calabresi del San Giorgio. Ed i nero-arancio potranno anche contare sul sostegno del proprio pubblico. Il Comune, infatti, ha dato il via libera all’apertura delle tribune, chiuse per inagibilità. Una’autorizzazione che sarà valida fino al termine della stagione. Per il quindici allenato dal duo Jaco Stoumann e Gioacchino La Torre, adesso gli impegni sulla carta più semplice, ma quelli considerati più insidiosi. «Stiamo mantenendo alta la concentrazione dei ragazzi – spiega La Torre -, cercando di far capire loro che il primo posto equivale a disputare dei play-off molto più agevoli. Anche se di facile nel rugby non c’è mai nulla». Il San Giorgio, che all’andata ha perso in casa contro il Palermo 24-0, stavolta si presenta in formazione completa e con qualche nuovo innesto. «Non sarà facile come all’andata – spiega il presidente Rubino – ma dobbiamo cercare di conquistare la vittoria ed il bonus per mantenerci a ridosso del Gran Sasso». Gli abruzzesi continuano la loro marcia e sono primi con 60 punti. Il Palermo, dopo il successo nel recupero di domenica scorsa contro il Rieti è secondo con  56 punti.  Non saranno della partita Ben Davey, ancora alle prese con un problema lombare e Dario Caracappa, problema al ginocchio. Sicuri assenti, ma quasi pronti al rientro, Fabio La Torre e Giovanni Rizzo, che stanno recuperando dai rispettivi infortuni. La partita è in programma domenica 4 marzo alle 14:30. Arbitrerà il signor Schipani di Benevento

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati