Siracusa, tenta di impiccarsi in carcere: salvato

CATANIA. Un agente della polizia penitenziaria in servizio nel carcere di contrada Cavadonna, a Siracusa, ha sventato la notte scorsa il suicidio di un giovane detenuto marocchino. E' accaduto intorno alle 2.30 in una sezione protetta della struttura carceraria. Lo ha reso noto il vice segretario nazionale dell'Osapp Mimmo Nicotra. Il detenuto ha tentato di soffocarsi con la cintura dell'accappatoio dopo averla legata alla finestra della sua cella. Dopo l'intervento dell'agente l'extracounitario è stato rianimato dal personale medico in servizio nel carcere. Il detenuto, ora sorvegliato a vista, è ora in buone condizioni di salute. "Ancora una volta - ha commentato Nicotra - la professionalità della polizia penitenziaria ha evitato il peggio. Il mese scorso a Siracusa i detenuti della sezione 'alta sicurezza' hanno protestato anche per il freddo, perché i termosifoni erano spenti a causa assenza di risorse". "Nonostante la grave carenza di personale di polizia penitenziaria - ha concluso - continuiamo a fornire sicurezza ai cittadini. Al dipartimento perdono ancora tempo e ritardano l'assegnazione delle unità di polizia penitenziaria che spettano alla Sicilia dall'ultimo concorso?".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati