Siciliano arrestato a Mestre per rapine

VENEZIA. Gli agenti delle volanti della Questura di Venezia hanno arrestato a Mestre un pregiudicato siciliano, Mario Lanza, 53 anni, per rapina continuata aggravata. L'uomo è accusato di aver tentato di fare una rapina e di averne messo invece a segno un'altra quattro giorni fa a Mestre. Nel primo caso un uomo armato di un grosso coltello ha fatto irruzione in una pasticceria, ma non è riuscito nel suo intento perché la commessa è riuscita a dare l'allarme al 113. Poco dopo un uomo con le stesse caratteristiche, armato di coltello, é entrato in una farmacia impossessandosi di 1.000 euro prima di scappare. Le immagini a circuito chiuso hanno mostrato che ad agire era stato Lanza. Quest'ultimo è stato riconosciuto ieri sera dal farmacista che ha chiamato il 113 facendo intervenire le volanti. Gli agenti hanno localizzato Lanza che è stato bloccato dopo un breve inseguimento, mentre stava tentando di disfarsi di un grosso coltello. Portato in Questura è stato accertato che l'uomo, con precedenti per rapina, era stato scarcerato il 9 febbraio scorso dal carcere di Siracusa e sottoposto all'obbligo di dimora a Lentini, suo paese natale. Nel corso della perquisizione, all'uomo sono stati rinvenuti e sequestrati numerosi biglietti ferroviari con timbri dei giorni scorsi per tratte nelle Marche, Emilia Romagna e Veneto. In corso accertamenti al fine di verificare il coinvolgimento dell'indagato in altre rapine.
"Il risultato - ha detto il questore Fulvio della Rocca - è frutto di un capillare controllo del territorio e di un'attenta, continua e determinata azione di contrasto della polizia di Stato. La collaborazione con i cittadini, come anche in questo caso si è mostrata determinate".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati