Palermo, il programma delle Borsellino in cinque punti

La candidata alle primarie per il Centrosinistra: "Il capoluogo deve tornare a essere una città che promuova l'equità e la giustizia sociale, la salute e la solidarietà. Una città a misura di bambini e anziani, che sappia guardare al tessuto urbano con gli occhi delle donne"

PALERMO. "Palermo deve tornare a essere  una città che promuova l'equità e la giustizia sociale, la  salute e la solidarietà. Una città a misura di bambini e  anziani, che sappia guardare al tessuto urbano con gli occhi  delle donne". Lo ha detto Rita Borsellino, candidata alle  Primarie del centrosinistra per il sindaco di Palermo, al  termine del secondo incontro di 'Palermo bene Comune-Il percorso  per il programma', che si è tenuto nell'aula 'Domenico Lanza'  dell'Orto Botanico.      "Per farlo - ha proseguito - il Comune deve essere il  coordinatore trasparente ed efficiente di una rete che integri  pubblico e privato, servizi socio-assistenziali, sanitari,  educativi. Ma bisogna anche rimettere al centro delle comunità  di quartiere le scuole, gli asili, gli impianti sportivi e più  in generale gli spazi di aggregazione".      "Cinque i punti programmatici - fa notare -: costituzione di  una rete di presidi di solidarietà nei quartieri che integri  servizi socio-assistenziali e sanitari. Scuole agibili e aperte  anche il pomeriggio. Apertura di nuovi asili per garantire la  copertura totale delle liste d'attesa. Riqualificazione e  servizi per i parchi urbani e le altre aree verdi. Potenziare  l'attività sportiva di base, integrando grandi e piccoli  impianti sportivi e palestre scolastiche", ha concluso. 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati